Emergenza Coronavirus: nuova ordinanza restrittiva. Spostamenti off limits o quasi

Le nuove misure, che si sommano alle esistenti, sono valide dal 21 al 25 marzo 2020, quando scade il DPCM che aveva imposto la stretta a tutti gli spostamenti e la chiusura di bar e negozi

Decreto Ministero Salute 20 marzo 2020


In attesa del decreto omnicomprensivo che, dal prossimo 26 marzo, probabilmente estenderà la ‘quarantena nazionale’ ben oltre il 3 aprile 2020, il Ministero della Salute ha emanato una nuova ordinanza, con misure più restrittive per contenere il contagio da Coronavirus.

Le nuove misure, che si sommano alle esistenti, sono valide dal 21 marzo al 25 marzo 2020, quando scade appunto il DPCM 11 marzo 2020, che aveva imposto la stretta a tutti gli spostamenti e la chiusura di bar e negozi. 

La nuova ordinanza dispone:

  • il divieto di accesso del pubblico ai parchi, alle ville, alle aree gioco e ai giardini pubblici;
  • la possibilità di svolgere individualmente attività motoria SOLO nei pressi della propria abitazione, purché comunque nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona;
  • il divieto di svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto;
  • la chiusura degli esercizi alimentari nelle stazioni ferroviarie;
  • lo stop assoluto agli spostamenti verso le seconde case nei giorni festivi.

Segnaliamo che, in Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna, le tre regioni più colpite dall’emergenza Covid-19, si stanno proprio in queste ore studiando misure ancora più restrittive in merito.

Categorie: Salute