Legge di Bilancio 2020: le novità importanti per le famiglie

Tutte le misure di interesse per i nuclei familiari approvate nell’ultima Finanziaria: Bonus mamma domani, Bonus bebè, Bonus asilo nido, congedo di paternità

Queste le novità di rilievo per le famiglie contenute nella Legge di Bilancio 2020, in vigore dallo scorso 1° gennaio 2020:

1. Assegno di natalità (Bonus bebè) per i figli nati o adottati nel 2020 

Per i figli nati o adottati dal 1° gennaio al 31 dicembre 2020, lo Stato offre un contributo economico a tutte le famiglie, anche con un Isee superiore a € 25.000 (limite in vigore negli anni precedenti).

Il contributo può essere richiesto all’Inps, che lo versa per un massimo di 12 mesi, secondo tre fasce Isee:

  • € 1.920 (€ 160/mese) per le famiglie con Isee inferiore a € 7.000;
  • € 1.440 (€ 120/mese) per le famiglie con Isee tra € 7.000 e € 40.000;
  • € 960 (€ 80/mese) per le famiglie con Isee superiore a € 40.000.

In caso di figlio successivo al primo, nato o adottato tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2020, l’importo dell’assegno è aumentato del 20%.

2. Bonus asilo nido e per forme di assistenza domiciliare fino a € 3 000 all’anno

Il Bonus asilo nido è il contributo economico che lo Stato offre alle famiglie che hanno un figlio, fra gli 0 e i 3 anni, che:

  • frequenta un asilo nido pubblico o privato;
  • necessita di assistenza domiciliare perché affetto da gravi patologie croniche.

Il contributo, in forma di rimborso per il pagamento delle rette, può essere richiesto all’Inps, che lo versa secondo tre fasce Isee:

  • massimo € 3.000/anno per le famiglie con Isee inferiore a € 25 000;
  • massimo € 2.500/anno per le famiglie con Isee fra € 25 001 e € 40 000;
  • massimo € 1.500/anno per le famiglie con Isee superiore a € 40 000.

3. Bonus mamma domani

Il Premio alla nascita e all’adozione, conosciuto anche con il nome “Bonus mamma domani“, è il contributo economico che lo Stato offre alle famiglie che hanno o adottano un figlio.

Per i figli nati o adottati tra il 1° gennaio al 31 dicembre 2020, il contributo è di € 800, indipendentemente dal reddito familiare.

Il contributo può essere richiesto all’Inps dalla futura madre, dal 7° mese di gravidanza o entro un anno dalla nascita, adozione o affidamento preadottivo del figlio.

4. Congedo di paternità (da 5 a 7 giorni)

Il congedo obbligatorio per il padre lavoratore dipendente privato è aumentato da 5 giorni a 7 per l’anno 2020. Inoltre, il padre potrà fruire di un giorno di congedo facoltativo in alternativa alla madre.

Categorie: Servizi Sociali